Dalla Stregoneria italiana al neo-druidismo Le origini europee con radici in Italia

di Massimo Montinari

Come è stato dimostrato, la ”stregoneria” assume caratteristiche e definizioni differenti in base alle aree geografiche di riferimento; quella che ha origini italiane è la “stregheria” , riconosciuta anche come “ vecchia religione” chiamata all’estero Stregoneria Italiana.Si tratta di un culto che ha origini pagane che affonda le proprie radici nel periodo precristiano, su tradizioni anche pre-etrusche, ispirandosi a: “ad cursum Dianæ” e “Dominæ Ludum”.

La “stregheria” rappresenta pertanto la forma religiosa della stregoneria e secondo Raven Grimassi (Pittsburgh, 12 aprile 1951 – 10 marzo 2019), scrittore statunitense,la “ stregheria” è una ramificazione della religione etrusca, più tardi mescolata con altri culti, come la religione contadina toscana, l’eresia cristiana medievale e l’adorazione dei santi. Ha pubblicato molti libri su stregoneria e neopaganesimo ed è noto soprattutto per i suoi lavori incentrati su di una corrente neopagana di stregoneria, con possibili origini italiane, che ha definito “stregheria”, suscitando un acceso dibattito sulla veridicità delle sue tesi.

Secondo Raven Grimassi, la “stregheria” è una religione politeista che utilizza la natura e che si basa sull’adorazione di una dea e di un dio, entrambi uguali. Per Grimassi “stregoneria” e “stregheria” devono essere valutati come fattori ben differenti.

La “stregoneria” è legata alla magia, mentre la “stregheria” è una stregoneria organizzata legata ai sabba, oltre che alla figura divina di Diana.

La “stregoneria” non è quindi considerabile come una religione, cosa che invece è attribuibile alla “stregheria”, la quale viene definita pertanto “Vecchia Religione”. La “stregheria” quindi fa proprio l’uso della magia alla credenza nei santi, negli antenati, negli spiriti, negli dèi.

cms_16938/Foto_1.jpg

Il termine di “Vecchia Religione le è stato attribuito dal Cristianesimo (la Nuova religione), poiché la prima religione aveva radici antiche e si basava sul culto di antiche divinità, un culto politeista quindi. Negli anni seguenti fu considerata demoniaca e perseguitata, fino a che se ne persero le tracce nel XVIII secolo. La Vecchia Religione riapparve però un secolo dopo, a metà del XIX secolo, riscoprendo la Vecchia Religione Anglosassone, che conteneva elementi del “neodruidismo” e della “Vecchia Religione Italiana”; da questo venne coniato il nome di Wicca. Il Druidismo è una religione che rientra nel fenomeno cosiddetto di “neopaganesimo”, basata sulla religione celtica e in particolare sulla la sapienza druidica. Questo costituisce un insieme di ordini druidici e associazioni religiose sorte in principio nelle Isole Britanniche e in Bretagna (Francia), e successivamente anche in diverse regioni della Spagna, in Austria e nell’Italia settentrionale.

Il neo-druidismo

Il neo-druidismo nasce nel 1700, innestandosi sull’esoterismo massonico. L’antropologa Cecilia Gatto Trocchi (Roma, 19 giugno 1939 – Roma, 11 luglio 2005) afferma: “Furono tutti riesumati nel fatidico anno 1717, lo stesso della fondazione della Massoneria. Apparve allora il primo Ordine dei Druidi…continua a leggere 

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Sequestrato manufatto abusivo in cemento

Gio Mag 14 , 2020
(ANSA) – BUONVICINO (COSENZA), 14 MAG – Un manufatto abusivo in costruzione è stato sequestrato in località “Truglio” nel comune di Buonvicino dai carabinieri forestale che hanno denunciato il proprietario e possessore della struttura.    I militari, a seguito di un controllo in una azienda agricola del comune del cosentino, hanno […]

Archivio