E’ italiana la prima strada al grafene, più resistente e 100% riciclabile

L’asfalto del futuro? E’ al grafene, è stato sperimentato dall’azienda italiana Iterchimica e sarà in grado di aumentare la resilienza e la durata nel tempo del manto stradale.

Strade a prova di buche ed ecosostenibilità al 100%: è questa la grande sfida accolta dall’azienda bergamasca Iterchimica, in collaborazione con Directa Plus, con la creazione del nuovo supermodificante al grafene, conosciuto come Ecopave.

Una soluzione del tutto italiana che potrà davvero rappresentare l’asfalto del futuro.
La sperimentazione di questo nuovo materiale è partita da Roma. Sul tratto di un chilometro della strada Provinciale Ardeatina è stato installato a novembre scorso Ecopave.

I risultati del test raccolti in questi giorni sono molto positivi.

Diversi sono i fattori di vantaggio portati da questo additivo al grafene: un incremento della resistenza al passaggio dei veicoli e alla deformazione del manto stradale, allo stress termico e climatico, oltre ad una maggiore durata nel tempo
Dal confronto con l’asfalto tradizionale in particolar modo la resistenza è risultata superiore al 250%.

Tutto ciò ha impatti di caratteri economici, ma soprattutto ecologici.
Nel prodotto made in Italy la combinazione delle nuove tecnologie e la rigenerazione delle vecchie pavimentazionoi stradali permetteranno il riuso dei materiali già presenti, ben il 40% dell’asfalto fresato riclato, evitando così smaltimenti, riducendo l’estrazione di nuovi materiali, costi per i nuovi acquisti e per la manutenzione.

Dopo il successo del primo test condotto in Italia le prossime tappe saranno Regno Unito, Stati Uniti e Oman.

L’articolo E’ italiana la prima strada al grafene, più resistente e 100% riciclabile proviene da Io Penso Positivo.

You May Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.