Mittelfest: edizione 2020 punta sul tema dell’Empatia

(ANSA) – UDINE, 11 GIU – Il Mittelfest 2020, festival tradizionalmente rivolto alla cultura della Mitteleuropa, in programma a Cividale del Friuli (Udine) dal 5 al 13 settembre, sarà il primo tra i grandi eventi di questo genere con spettacoli dal vivo e pubblico presente in spazi chiusi e sarà dedicato quest’anno, in particolare, al sostegno degli artisti italiani. Il direttore artistico Haris Pašović, che firma il festival per il terzo anno consecutivo, ha individuato come tema per la prossima edizione, “Empatia”, per chiedersi se nel mondo colpito dalla pandemia, ma non solo, c’è ancora posto per questo sentimento. Lo ha annunciato oggi in videoconferenza, prima della presentazione del cartellone, che avverrà tra qualche settimana, Roberto Corciulo, nuovo presidente dell’Associazione Mittelfest dallo scorso mese di febbraio, “Questo festival è sempre proiettato in una visione europea – ha detto Corciulo – e mantiene la cifra internazionale, ma ha deciso per questa edizione di sostenere in particolare gli artisti italiani. Una scelta doverosa e necessaria – ha aggiungo – visto che sono tra i lavoratori che stanno pagando le conseguenze più dure della pandemia”. Il presidente ha così anticipato che al festival la presenza degli artisti italiani sarà dell’80%, il 20% sarà di artisti stranieri. (ANSA).
   

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

SANITA’ NURSING UP, DE PALMA INDIGNATO: «IL PREMIO DIMEZZATO DA PARTE DELLA REGIONE LOMBARDIA E’ L’ENNESIMO GIOCO DELLE BUGIE SULLA PELLE DEGLI INFERMIERI ITALIANI»

Ven Giu 12 , 2020
«Chiediamo che debba essere il Governo ad aumentare gli stipendi degli infermieri. Si mettano le Regioni da parte e si stanzino fondi sufficienti per dare aumenti in via fissa e continuativa, indipendentemente dal territorio dove si presta servizio. I cittadini sono dalla nostra parte e hanno capito perchè scendiamo in piazza». […]

Archivio