Nel ricordo di Alfredino Rampi ,un angelo mai dimenticato

Noi bambini degli anni 70 non dimenticheremo mai la foto e la risata di Alfredino Rampi  carica di gioia , spontanea e soprattutto semplice. Quella foto, quel volto ci paralizzo’ davanti alla tv per tre giorni, increduli, togliendoci la spensieratezza e la gioia per la fine dell’anno scolastico e l’inizio delle vacanze, eravamo tutti davanti al televisore a fare il tifo per te Alfredino . 

Il 10 giugno di 39 anni fa, del 1981, un bambino di sei anni, Alfredino Rampi, scomparve nel nulla. Stava tornando a casa con il papà, volle percorrere l’ultimo tratto di strada verso casa da solo, il papà lo lasciò andare, si trattava solo di pochi metri, ma Alfredino spari nel nulla. Scattò subito l’allarme, iniziarono le ricerche  e poco dopo, durante le ricerche  si  sentirono  i suoi lamenti arrivare da un pozzo artesiano profondo circa 60 metri . Tutti ricordiamo quell’evento spiacevole un intera nazione si fermo’ per seguire la tragedia in cui tutti ci eravamo immedesimati.

Tragedia  che la Tv portò nelle case degli Italiani nella prima maratona televisiva della storia,ore e ore attaccati alla speranza , con la “telecronaca” in diretta dei tentativi – vani – di salvare Alfredino, sono rimaste vive nel ricordo di ognuno di noi,  le  urla dei genitori di  Alfredino e le parole della mamma al grido  di non mollare, di farsi forza che congelavano gli animi in un mese caldo come quello di  giugno di 39anni fa,e una marea  infinta di gente intorno a quel pozzo  che  incoraggiava i soccorritori.

Anche il Presidente Pertini, volle portare conforto ai poveri genitori di Alfredino ,furono tre giorni di diretta,  in un susseguirsi di momenti di speranza e ottimismo seguiti da altri di paura e di preoccupazione, fino al tragico evento: la morte di Alfredino tre giorni dopo, nel pomeriggio del 13 giugno cosi- dichiaro’durante l’edizione straordinaria del TG2  Giancarlo Santalmassi-“Volevamo vedere un fatto di vita, e abbiamo visto un fatto di morte. Ci siamo arresi, abbiamo continuato fino all’ultimo. È stata la registrazione di una sconfitta, purtroppo: 60 ore di lotta invano per Alfredo Rampi.”

 

A Te Alfredino….

di Sandra Caschetto

 

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Cinema, teatri e arene riaprono: ecco le regole 

Mer Giu 10 , 2020
SPETTACOLO Fotogramma /Ipa Pubblicato il: 10/06/2020 12:51 Riaprono dal 15 giugno sale cinematografiche, teatri, circhi, teatri tenda, discoteche, arene e spettacoli in genere, anche viaggianti, e per tutti gli spettacoli al chiuso mascherina obbligatoria, come ribadisce la Conferenza Stato regioni che ieri ha approvato le ‘Linee guida per la riapertura […]

Archivio