Nuova Zelanda, furto record di car sharing durante lockdown

Arresto record in Nuova Zelanda per il furto altrettanto record di veicoli del car sharing. Le autorità in Nuova Zelanda hanno infatti arrestato 32 persone per il loro coinvolgimento nel furto di ben 98 veicoli dalla società di noleggio Jucy, sottratti mentre la nazione era in blocco durante la pandemia di coronavirus. La polizia della Nuova Zelanda afferma che, nel corso di diversi giorni nel mese di aprile, i ladri hanno rubato i veicoli a noleggio da un parcheggio della sona sud di Auckland.

Dei 98 veicoli che sono stati rubati, 90 sono stati finora recuperati. La maggior parte dei veicoli rubati sono stati recuperati dai sobborghi di Auckland. La polizia sta continuando a cercare i restanti otto veicoli, anche se si pensa che le loro caratteristiche identificative potrebbero essere state già cambiate. La maggior parte di coloro che sono stati arrestati in relazione al furto è stata accusata di ricettazione di beni rubati, così come di furto con scasso e violazioni delle norme di sicurezza durante il periodo di lockdown. Pare che la società di car sharing non si fosse accorta che così tanti dei suoi veicoli fossero stati rubati per diversi giorni, fino a quando la polizia ha iniziato a notare molte delle auto guidate in modo sospetto per le strade di Auckland.

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Trudeau: video scioccante, indagare

Sab Giu 13 , 2020
(ANSA) – OTTAWA, 13 GIU – Il premier canadese Justin Trudeau ha definito “scioccante” il video dell’arresto di un capo di una comunità indigena in Alberta chiedendo subito che sia aperta “un’indagine indipendente”. “Sappiamo che non si tratta di un episodio isolato”, ha insistito il premier. “Molti canadesi neri o […]

Archivio