Porto di Barletta, gli interventi in corso

barletta

Cannito: “E’ il risultato di vigorose sollecitazioni da parte dell’Amministrazione comunale”

BARLETTA – Lavori di dragaggio all’imboccatura del porto, interventi di manutenzione e riparazione dei principali arredi portuali, un intervento di risanamento temporaneo della banchina 3, la realizzazione di una struttura di accoglienza passeggeri e la sistemazione della rete idrica portuale. Sono le attività poste in essere dall’Autorità di Sistema portuale del Mare Adriatico meridionale nel porto di Barletta e a comunicarle, al primo cittadino Cosimo Cannito, è il presidente dell’Autorità di Sistema, professor Ugo Patroni Griffi, in attesa di un incontro con l’Amministrazione comunale che si terrà a palazzo di città nel mese di maggio prossimo.

Questo è il frutto di continue e vigorose sollecitazioni all’indirizzo dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale che, evidentemente, hanno sortito il risultato sperato”, ha detto il sindaco Cannito. “Siamo in attesa da anni di questi interventi che, una volta compiuti – ha aggiunto il primo cittadino – risolleveranno non solo le sorti di un comparto produttivo, ma anche dell’economia locale e del territorio”.

Sono anni che ascoltiamo proclami e presunti interventi a favore del porto, ma oggi, finalmente, dopo l’interessamento pressante da parte del Comune di Barletta, gli operatori del nostro porto inizieranno a toccare con mano fatti concreti, cui seguiranno investimenti strategici. Alle dichiarazioni d’intenti la politica deve saper dare concretezza e noi lo abbiamo fatto”, ha concluso il vice sindaco con delega alle attività produttive Marcello Lanotte.

Di seguito il dettaglio degli interventi punto per punto

Lavori di dragaggio all’imboccatura del porto
Nel porto di Barletta è in programma un dragaggio manutentivo in prossimità dell’imboccatura per riportare i fondali alla quota di 8 metri rispetto al livello del mare. L’importo complessivo previsto per l’intervento è di 2.800.000 euro. Il progetto, nella fase esecutiva, ha dovuto tenere conto della mutata condizione del fondale rispetto al 2009 (ad allora risaliva infatti la progettazione definitiva), registrando un lieve accumulo di sedimento. Perché si possa procedere al dragaggio sarà necessario aggiornare anche la caratterizzazione del fondale, essendo scaduta la validità di quella compiuta nel 2011 ed essendo intervenuto anche un aggiornamento normativo. Il servizio è stato appaltato e prevede preliminarmente l’attività di Bonifica bellica sistematica subacquea (BSS) nelle aree interessate dai campionamenti. Successivamente si passa all’attività di campionamento e analisi del sedimento. La procedura di BSS si è conclusa a marzo scorso dando il via, il 10 aprile scorso, alle attività di campionamento alla presenza di ARPA Puglia, conclusesi anch’esse. Entro 30 giorni la ditta ed entro 45 Arpa invieranno i risultati delle analisi e saranno trasferiti a ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) che redigerà il Piano di Gestione, all’esito del quale si potrà completare la progettazione esecutiva.

Interventi di manutenzione e riparazione dei principali arredi portuali
L’Autorità di Sistema Portuale, d’intesa con la Capitaneria di porto di Barletta, ha previsto a tale proposito
– la sistemazione della pavimentazione stradale in prossimità del varco d’ingresso e di tutta la superficie del Molo Pescatori, oltre alla sistemazione delle basole disconnesse in prossimità dell’uscita dei mezzi pesanti, per un importo lordo dei lavori pari a € 105.258,05;
– la sistemazione della pavimentazione stradale dei piazzali retrostanti le banchine n. 4, 5 e 6 del Molo di Ponente e la fornitura e posa in opera di parabordo cilindrico presso la testata della banchina n. 6 del Molo di Ridosso, per un importo lordo dei lavori pari a € 72.633,30;
– la sistemazione della pavimentazione stradale dei piazzali retrostanti le banchine n. 7, 8, 9 e 10 del Molo di Ponente, per un importo lordo dei lavori pari a € 69.015,48 ;
– la messa in sicurezza e la successiva sistemazione del basolato disconnesso in prossimità del ciglio della banchina 5, per un importo lordo dei lavori da contabilizzare a consuntivo dell’intervento;
E’ stata inoltre disposta la sistemazione dell’illuminazione pubblica con la previsione di lampade a led sui pali luce. L’importo sarà contabilizzato a consuntivo dell’intervento.

Intervento temporaneo di risanamento statico della banchina 3
Esso è stato disposto in seguito a una ispezione subacquea compiuta il 12 aprile scorso. Tale intervento consentirà, entro 45 – 60 giorni, il riutilizzo della banchina se pure in particolari condizioni di esercizio e sotto stretto monitoraggio, in attesa di completare la progettazione ed esecuzione di più radicali interventi di ristrutturazione.

Progetto Themis – Realizzazione di struttura di accoglienza passeggeri
Tale progetto, nell’ambito di Co-operation Programme Interreg V-A EL-IT Greece-ltaly 2014/2020, prevede la realizzazione di strutture leggere all’interno dei porti di
Manfredonia (FG), Barletta(BT)e Monopoli (BA). Si tratta di un chiosco di informazioni, una tensostruttura esterna, con sedute, per accogliere i passeggeri durante le procedure di imbarco e sbarco e un posto di controllo per i passeggeri. L’area sarà inoltre dotata di hot spot WIFi, servizi e immagini di percorsi turistici creati dal progetto. Per l’esecuzione dell’opera è stata stanziata una somma pari ad € 220.000,00.

Rete idrica portuale
Acquedotto Pugliese, coinvolto dall’Autorità di Sistema portuale del Mare Adriatico Meridionale, sta provvedendo a sistemare la rete idrica presente sulle banchine n. 7, 8, 9 e 10 con un intervento di sostituzione totale delle tubazione danneggiate.

L’articolo Porto di Barletta, gli interventi in corso sembra essere il primo su Puglia News 24 quotidiano online, giornale notizie ultim’ora.

You May Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.