Precari e assunzioni, Csa-Cisal: “Basta paletti, governo intervenga”

“Le stabilizzazioni di Asu ed ex contrattisti negli enti locali sono indispensabili, così come le nuove assunzioni che dovrebbero colmare i vuoti nelle piante organiche, ma i problemi sull’interpretazione dell’ultima circolare della Funzione pubblica e logiche esclusivamente ragioneristiche rischiano di danneggiare gli enti, che non possono erogare servizi efficienti, e quindi i cittadini. Come Csa-Cisal chiediamo al Governo nazionale e a quello regionale di intervenire immediatamente”. Lo dice Giuseppe Badagliacca del Csa-Cisal.

“I Comuni siciliani si sono ritrovati a dover fronteggiare l’emergenza Covid con organici all’osso e dipendenti a tempo parziale – spiega Badagliacca – Bisogna voltare pagina e abbandonare vecchi paletti contabili che non rispondono più alle esigenze di questo momento storico: servono regole più flessibili per chiudere definitivamente con la stagione del precariato e consentire le stabilizzazioni e i passaggi a tempo pieno. Serve poi un intervento per gli enti in dissesto e pre-dissesto, consentendo anche a questi di poter assumere, perché alla fine il conto più salato lo pagheranno i lavoratori incolpevoli e i cittadini che, pagando le tasse, esigono servizi”.

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Fondo per gli inquilini morosi incolpevoli, la Regione chiede parere al Cal per autorizzare una ripartizione tra i Comuni che includa anche le famiglie in difficoltà a causa del Covid-19

Mar Giu 30 , 2020
Casini: “Nuove risorse per nuove povertà” Cambiare i criteri di ripartizione del fondo nazionale, tra i Comuni marchigiani, per sostenere anche gli inquilini in difficoltà economiche a causa dell’emergenza Covid-19. È la scelta che sta accelerando la Regione, attuando le opportunità offerte dal decreto “Cura Italia”. L’esecutivo ha individuato nuove […]

Archivio