Sostenibilità: Diners Club Italia sostiene Wwf, a partire dal mare 

Diners Club Italia sostiene il Wwf, a partire dal mare

Diners Club Italia avvia una partnership con Wwf per intraprendere una serie di iniziative a favore dei propri soci e azioni di sensibilizzazione sui temi della tutela degli ecosistemi, delle flora e della fauna in via di estinzione. Diners Club sosterrà le attività promosse dal Wwf nell’ambito della difesa ambientale e della sostenibilità e, come primo passo, promuoverà alcune azioni della campagna GenerAzioneMare, appena partita, per la sopravvivenza di habitat e specie marine.

I soci di Diners Club Italia potranno associarsi a Wwf e tramite le proprie carte di credito sostenere le iniziative nate sotto il marchio del Panda. Le donazioni e l’adesione alle raccolte fondi potranno essere effettuate con contributi diretti tramite carta o convertendo i punti accumulati con il programma di loyalty Club Experience sia nella sezione ‘charity’ sia come premio redimibile per il tesseramento e l’adesione a progetti speciali, come quello delle adozioni a distanza.

“L’impegno per lasciare in eredità alle nuove generazioni un Pianeta migliore – spiega Giglio del Borgo, amministratore delegato di Diners Club Italia – è uno dei pilastri della nostra attività. Con Dine for Change, il nostro programma internazionale, promuoviamo da tempo azioni di sostegno e incentivo a cause di interesse pubblico. Per questo, in un momento di grande fermento e novità per Diners Club in Italia, abbiamo deciso di affiancarci a Wwf per poter contribuire, con adesioni, donazioni e raccolte fondi, a sostenere i progetti di una delle organizzazioni internazionali più prestigiose e maggiormente impegnate nella tutela della biodiversità e dello sviluppo sostenibile”.

Per Gaetano Benedetto, direttore generale di Wwf Italia, “la nostra civiltà non può sopravvivere in un mondo malato e la crisi di questi mesi ha messo ancor più in evidenza lo strettissimo binomio tra salute dell’ambiente e quella dell’uomo. L’impegno di tutti, anche attraverso piccoli gesti, è fondamentale ed il sostegno che si potrà dare ai nostri progetti e alla divulgazione verso la sostenibilità contribuiranno a far crescere una comunità sempre più consapevole dei limiti e delle risorse del nostro pianeta. Il mondo che verrà è soprattutto nelle nostre mani”.

Diners Club promuoverà alcuni degli eventi e dei progetti di Wwf Italia, favorendo la partecipazione dei propri soci e il sostegno attraverso una contribuzione diretta. Sarà in futuro possibile contribuire automaticamente in estratto tratto conto e saranno incentivate le iscrizioni a Wwf per i soci, gli esercenti e le aziende che utilizzano le carte aziendali Diners Club. Inoltre le “Ricette del Club”, nuova rubrica del blog Dtalks presente nel sito di Diners Club Italia firmata da chef stellati, saranno certificate bio secondo i protocolli di ecosostenibilità di Wwf.

Come avvio della partnership saranno promosse iniziative di sensibilizzazione per far crescere la comunità di GenerAzioneMare, diffondere azioni verso stili di vita sempre più plastic free e iniziative di difesa di specie e habitat marini, il nostro Capitale Blu dal quale dipende il sostentamento di milioni di persone, con progetti ad hoc organizzati da Wwf con Diners Club Italia

La partnership strategica con WWF Italia avrà eco su canali internazionali di Diners Club, sui social e sul Magazine con una possibile e successiva evoluzione dell’accordo su altre country.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Cina, mercato auto grazie a premium cresce oltre aspettative

Mer Giu 10 , 2020
Segnali positivi, addirittura oltre alle aspettative, dalla Cina per ciò che riguarda il mercato delle auto premium e di lusso. Nello scorso mese di maggio, nonostante lo stop da Covid-19, le vendite sono cresciute del 1,9% rispetto al maggior del 2019, cioè in un periodo di normalità dell’economia e del […]

Archivio