Taranto, caccia agli ingombranti: Melucci: «Usiamo il numero verde»

comune Taranto logoTARANTO – Il servizio di raccolta degli ingombranti è stato rinforzato da “Kyma Ambiente – Amiu” su richiesta dell’amministrazione comunale. Gli effetti sono evidenti, anche se permangono delle difficoltà legate ad abbandoni episodici.

A chi si ostina a non voler avere rispetto per la città si è rivolto il sindaco Rinaldo Melucci. «Le risorse dei cittadini per bene non devono finanziare questi servizi straordinari – ha dichiarato il primo cittadino –, non possiamo più accettare che chi ha abdicato al proprio senso civico resti impunito. Basterebbe chiamare il numero verde e prenotare il ritiro a domicilio dei propri ingombranti, gratis, e racconteremmo un’altra storia. Per colpa loro, invece, paghiamo tutti e le risorse devono essere utilizzate anche per recuperare gli abusi. Grazie alle videotrappole ne abbiamo stanati molti, ma una maggiore collaborazione da parte di tutti farebbe la differenza».

Il numero verde 800 013 739 consente di prenotare il ritiro a domicilio dei rifiuti ingombranti (mobili, materassi, alcune tipologie di elettrodomestici, in numero limitato), senza costi aggiuntivi per l’utenza. Gli operatori di “Kyma Ambiente – Amiu” rispondono dal lunedì al sabato, dalle 8 alle 14, offrendo una risposta quanto più immediata alle esigenze degli utenti, cercando di esaurire velocemente le liste d’attesa che risentono, purtroppo, dei numerosi interventi non programmati per colpa degli incivili.

L’articolo Taranto, caccia agli ingombranti: Melucci: «Usiamo il numero verde» sembra essere il primo su Puglia News 24.

La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Storia di un capolavoro smembrato: la predella con la Processione al Calvario di Raffaello

Mar Mag 26 , 2020
Raffaello Sanzio, Processione al Calvario, Pannello centrale della predella appartenuta alla Pala Colonna, 1503-1505, Londra, National Gallery Mentre Roma attende il 2 giugno per poter finalmente ammirare il grande omaggio delle Scuderie del Quirinale a Raffaello, la National Gallery potrebbe vedere slittare alla primavera del 2022 l’attesa mostra dedicata al […]

Archivio